Calabria-Roma non c’è Poste per te: così spariscono 2 mila vaccini

In Calabria sembrano sparite più di 2 mila dosi di vaccino: che fine hanno fatto? I numeri della Regione differiscono da quelli del Governo. I dubbi della piattaforma di Poste Italiane voluta dal Commissario Arcuri.

A Roma mancano all’appello più di 2 mila vaccini somministrati in Calabria e dispersi nei meandri che dai registri delle aziende sanitarie arrivano in Regione per essere caricati sulla piattaforma informatica di Poste Italiane. Il sistema avrebbe dovuto aiutare le regioni meno attrezzate a trasmettere i dati tempestivamente e invece confonde i conteggi e distorce l’analisi dei flussi in un momento cruciale, proprio mentre si ridefinisce la distribuzione delle dosi dopo il taglio alle forniture di Pfizer.

Duemila vaccini spariti. Secondo i dati del Report Vaccini anti-Covid, aggiornati dal Governo alle 8:01 del 26 gennaio 2021, in Calabria sono state somministrate 25.029 dosi di vaccino, a fronte delle 48.640 dosi consegnate, pari al 51,5%. Percentuale che fa della Calabria la regione ultima in classifica nel rapporto tra dosi somministrate e dosi consegnate. Non solo: il Piano vaccinale del nuovo Commissario alla Sanità calabrese Guido Longo (il prefetto che ha preso il posto del generale Saverio Cotticelli) prevede che ogni punto vaccinale debba somministrare ogni settimana il 70% delle dosi in carico. Quindi, secondo il Report governativo, la Calabria sarebbe indietro di quasi venti punti percentuali sulla tabella di marcia. Il solito disastro calabrese, non fa notizia.

Eppure, lo scorso 19 gennaio – ovvero sette giorni fa – il Commissario Guido Longo, mi ha fornito personalmente numeri molto diversi. Dati che ha ricevuto in tempo reale da Antonio Belcastro, delegato all’attuazione del Piano vaccinale in Calabria. E questi numeri dicono che le dosi di vaccino somministrate sarebbero 27.524 anziché le 25.029 indicate nel Report governativo (56,5% il rapporto tra vaccini somministrati e consegnati). Dunque la Calabria avrebbe fatto oltre 2 mila vaccini in più di quanto dice il Report governativo. Ma allora che fine hanno fatto quei 2 mila vaccini spariti dalla contabilità nazionale? E perché questa differenza enorme tra i dati?

Il nodo starebbe nella piattaforma informatica di Poste Italiane che il commissario Arcuri ha messo a disposizione delle regioni meno attrezzate tecnologicamente, come confermato dall’amministratore delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante: “Dietro la piattaforma che traccia i vaccini, dal momento del loro arrivo in Italia a quello in cui viene iniettata la singola dose, ci sono le nostre competenze informatiche. Meglio e prima si traccia il percorso dei vaccini e prima si possono somministrare”. (la Repubblica, 22.12.2020). Dunque un sistema nazionale centralizzato in cui dovrebbero confluire direttamente e in tempo reale i dati delle vaccinazioni da tutte le Aziende sanitarie italiane. Cool.

Peccato che la campagna di vaccinazione in Italia sia cominciata il 27 dicembre scorso e i primi computer con il software di Poeste Italiane, almeno in Calabria, siano arrivati solo il 16 gennaio. Quando le vaccinazioni erano già in corso e ogni Azienda sanitaria stava già provvedendo a inserire i dati sulle proprie piattaforme: ognuno con il suo sistema, il suo software, qualcuno anche a mano (sareste sorpresi di sapere che l’anagrafe vaccinale in Calabria – non quella Covid – è ancora un librone di carta scritto a mano?) tutti comunque scollegati dalla piattaforma nazionale. Un accavallamento di procedure che ha comportato enormi ritardi nella comunicazione dei dati. E molta confusione, aggravata da una grave carenza di personale e operatori capaci di utilizzare un software per il quale non è stata prevista alcuna formazione.

Sarebbe interessante sapere dal commissario Arcuri su quali basi è stata scelta la piattaforma di Poste Italiane e come mai (almeno in Calabria) hardware e software siano arrivati così in ritardo rispetto all’avvio della campagna di vaccinazione. Annunciata a fine dicembre, la Piattaforma informativa nazionale è stata istituita “al fine di dare piena, celere e trasparente attuazione al piano strategico dei vaccini“, per supportare le Regioni in difficoltà nella gestione delle operazioni di prenotazione, registrazione e certificazione dei vaccini anti-Covid. Così c’è scritto nel Decreto legge n.2 del 14 gennaio 2021.

In considerazione della necessità di agevolare l’attuazione del piano vaccinale per la prevenzione del contagio da Covid-19, in coerenza con le vigenti disposizioni europee e nazionali in materia di protezione dei dati personali, è istituita, una piattaforma informativa nazionale idonea ad agevolare, sulla base dei fabbisogni rilevati, le attività di distribuzione sul territorio nazionale delle dosi vaccinali, dei dispositivi e degli altri materiali di supporto alla somministrazione, e il relativo tracciamento. Inoltre, su istanza della Regione o Provincia autonoma interessata, la piattaforma nazionale esegue, in sussidiarietà, le operazioni di prenotazione delle vaccinazioni, di registrazione delle somministrazioni dei vaccini e di certificazione delle stesse, nonché le operazioni di trasmissione dei dati al Ministero della salute.

Nella cittadella regionale di Catanzaro, però, rimane un mistero. Il delegato al Piano vaccinale è il dirigente Antonio Belcastro. E’ dal suo ufficio che il 19 gennaio, poco dopo le 14.30, è uscito un foglio A3 scritto di suo pugno con il numero totale dei vaccini somministrati in Calabria (27.524) divisi per singola azienda sanitaria provinciale. Com’è possibile che quei dati fossero più aggiornati di quelli pubblicati il 26 gennaio – sette giorni dopo! – sul sito del Governo? Perché non sono stati caricati correttamente? A chi fa comodo che la Calabria conservi stabilmente il suo ultimo posto in graduatoria?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...